Passa al contenuto

Seguici!

🚚 SPEDIZIONE GRATIS 24/48 ORE 🚚

📦 PAGAMENTO ALLA CONSEGNA 📦

💎 PROVALO 100 GIORNI 💎

Restiamo in contatto

Quando utilizzare la Luce Pulsata può essere controindicato

luce pulsata controindicazioni

Scopriamo insieme in quali occasioni l'utilizzo va limitato e come comportarci in presenza di particolari situazioni

 

Il trattamento con la luce pulsata è senza dubbio uno dei metodi migliori per andare a risolvere una seccatura che tutte noi conosciamo: l’eterna lotta contro i peli superflui.

Ad alcune toglie un pensiero, quello di doversi depilare con frequenza per poi veder spuntare i peli sempre più veloci. Ad altre risolve un vero e proprio problema.
Già, il rapporto con il proprio corpo è ovviamente qualcosa di molto soggettivo, si può non dare molto peso ad alcune imperfezioni estetiche, come dargliene troppo, tanto da compromettere la vita sociale.

Ad ogni modo, al giorno d’oggi possiamo fare affidamento su diversi alleati che possono aiutarci a farci stare meglio con noi stesse, facendoci risparmiare tempo e risolvendo problemi che fino a qualche decennio fa era impensabile contrastare.


La luce pulsata è sicuramente uno di questi, ma seppur sia uno dei migliori alleati che abbiamo, vanta dei nemici contro il quale deve issare bandiera bianca.

In questo articolo voglio andare a gettare luce su un argomento che mi sta molto a cuore, e che considero di enorme importanza: quando la luce pulsata è controindicata.

  • Luce pulsata e tatuaggi

  • Luce pulsata e nei

  • Luce pulsata e farmaci

  • Luce pulsata e patologie

  • Luce pulsata durante gravidanza e allattamento

Luce pulsata sicurezza

 

Ricevo continuamente richieste di informazioni su quali rischi si corrono durante il trattamento a luce pulsata in concomitanza con uno o più di questi punti.

La verità è che i rischi sono pochi, e con le dovute accortezze possono diventare nulli.

Di seguito andrò ad analizzare, punto per punto, quelli che sono i dubbi più ricorrenti. Vedremo cosa effettivamente va evitato durante l’utilizzo della luce pulsata, e cosa in realtà è consentito, seppur con i giusti metodi.

 

Tutto quello che leggerai all'interno di questo articolo, lo abbiamo voluto approfondire andando a creare una guida ad hoc dove, oltre alle varie controindicazioni, abbiamo riportato moltissime altre informazioni come strutturare la tua routine quotidiana di bellezza.
Questo e molto altro lo troverai solo all'interno di Luce Pulsata dalla A alla Z.
Se vuoi saperne di più clicca qui.

 

 

Luce pulsata e tatuaggi

La domanda che in assoluto mi viene posta di più è:
"posso utilizzare un epilatore a luce pulsata se ho tatuaggi?"

Beh, se effettui il trattamento su una zona priva di tatuaggi, ma comunque ne hai su altre parti del corpo non c’è assolutamente problema.

Il problema sorge quando il trattamento lo si vuole effettuare sopra un tatuaggio, a quel punto la risposta tassativa è: no.

È vietato l’utilizzo della luce pulsata su parti del corpo tatuate, questo perché andrebbe a causare gravi ustioni e rovinerebbe permanentemente il tatuaggio.

Il motivo è molto semplice, l’epilatore emana degli impulsi di luce che vanno a colpire la parte più scura della zona interessata. Non fa distinzione tra pelo ed inchiostro, semplicemente “vede” una macchia nera e concentra la sua potenza su di essa al fine di eliminarla.

Questo avviene perché, come già spiegato nel mio precedente articolo sull’utilizzo della luce pulsata durante i mesi estivi, la melanina all’interno del bulbo pilifero (ma anche della pelle) attrae la luce, che a sua volta andrà ad eliminare lo stesso.

Stessa cosa avverrebbe in presenza di un tatuaggio, in quanto l’inchiostro presente andrebbe a catalizzare tutta la potenza del fascio luminoso, provocando l’eliminazione dello stesso (che nel più delle volte si tratta di sbiadimento) e una grave ustione.

Il risultato, come puoi intuire, sarebbe davvero disastroso.

Va detto però che, se un tatuaggio non si trova nella zona da trattare ma poco vicino, lo si può andare a coprire con della semplice carta da cucina o un cerotto. Ciò andrà ad impedire che la luce venga attratta da esso.

Dovrai aver cura di attaccare dello scotch in modo che questo resti fermo coprendolo per intero, così da poter effettuare il trattamento con tutta calma.

Sottolineo che in quest'ultimo punto parlo di tatuaggi vicini alla parte da trattare, nel caso in cui il tatuaggio fosse fuori portata (trattamento su braccio destro, tatuaggio su braccio sinistro) il rischio è nullo.

Come per i tatuaggi, il discorso va esteso anche al trucco permanente, in quanto i pigmenti presenti sottopelle andrebbero ad attirare la luce.

 

Luce pulsata e nei

Per i nei il discorso in parte cambia. Diciamo che se per i tatuaggi il no è categorico, per i nei dovrai fare delle valutazioni.

Quali valutazioni?

I nei sono come le stelle, uguali ma diversi. Vuol dire che pur essendo considerati tutti uguali, in realtà hanno forma, colore e dimensioni diverse.

I nei piccoli, quelli che, chi più chi meno, ha su diverse parti del corpo, sono praticamente invisibili alla luce pulsata.

Quindi se nella parte da trattare ce ne dovessero essere non ci sarebbe alcun rischio.

Se il neo invece presenta una dimensione maggiore rispetto agli altri, oppure un colore più intenso, sarebbe da evitare di trattare quella parte, oppure andare a coprirlo con degli appositi cerottini che si possono applicare sopra, andando a coprirlo completamente.

Va detto che, anche se coperto, sarà comunque da evitare di passarci sopra, ma piuttosto “aggirarlo” trattando la zona limitrofa.

In questo caso, la miglior cosa da fare prima di iniziare un trattamento a luce pulsata, è consultare il proprio medico oppure un dermatologo, così da scongiurare ogni possibile dubbio.

 

Luce pulsata e farmaci

Esistono correlazioni tra luce pulsata e farmaci?

Sì, ma solo in alcuni casi.

Ci sono dei farmaci, cosiddetti fotosensibili, di cui fanno parte alcuni antibiotici, immunosoppressori e trattamenti ormonali sostitutivi, che vanno in contrasto con la luce pulsata.

L’assunzione di questi medicinali, può portare l’insorgenza di macchie cutanee e altre problematiche (il più delle volte non gravi).

Anche qui, nel caso stessi prendendo dei farmaci particolari, non la banale pastiglia per il mal di testa o dolore mestruale, il consiglio è sempre quello di consultare il parere del medico.

 

Luce pulsata e patologie

Ahimè esistono diverse patologie che vanno in contrasto con questo trattamento, rendendo talvolta impossibile l‘utilizzo della stessa.

Come avrai capito da quanto detto precedentemente, il campo migliore dove la luce pulsata trova beneficio è quello privo di “ostacoli”. Oltre a non esserci tatuaggi, nei pronunciati e altre fonti di disturbo, la parte dovrà essere sana e senza ferite.

Un semplice taglio o graffio potrebbe provocare ustioni, perciò è sempre meglio far guarire la parte nel caso ci dovessero essere.

Non va utilizzata inoltre in presenza di patologie cutanee quali: dermatiti, eczemi, psoriasi ecc. in quanto andrebbe ad aggravare la situazione esistente.

 

Luce pulsata in gravidanza o allattamento

Si sa, che sia durante la gravidanza o durante l’allattamento, ogni donna presta la massima attenzione a tutta una serie di abitudini, alcune delle quali che dovrà mettere da parte per un po’.

Tra queste: rivedere l’alimentazione e altre quotidianità legate allo stile di vita.

L’epilazione a luce pulsata, durante la gravidanza, non comporta alcun tipo di problema al feto.

Tuttavia, potrebbe avere degli effetti indesiderati (non gravi) sulla mamma quali comparsa di macchie sulla pelle o più semplicemente l’inefficacia del trattamento.
Devi sapere infatti che durante la gravidanza, l’elevata produzione di ormoni potrebbe influire non poco sull’esito del trattamento.

In questo caso il consiglio è sempre quello di consultare il proprio medico prima di iniziare o continuare il trattamento.

Per quanto riguarda l’allattamento il discorso è il medesimo. I rischi per il neonato sono praticamente nulli, mentre da valutare sarà la condizione ormonale della mamma.

Come sempre, anche per il periodo di allattamento, il miglior consigliere sarà sempre il tuo medico.

 

Giunta alla fine, mi auguro di aver fatto un po’ di chiarezza su aspetti che alle volte possono passare in secondo piano.

Siamo così determinate a risolvere il problema dei peli che potremmo non considerare questi aspetti di enorme importanza.

 

Ricorda che all'interno del nostro e-book Luce Pulsata dalla A alla Z trovi tutte le informazioni riguardati:

  • controindicazioni
  • strutturare la TUA routine di bellezza
  • informazioni tecniche sull'epilatore
  • utilizzo corretto
  • ... molto altro!

 

Ti ricordo che per rimanere costantemente aggiornata sul mondo LightPulse puoi iscriverti alla nostra newsletter oppure visitare il nostro sito.

Per qualsiasi dubbio non esitare a contattarmi, ma ricorda anche di consultare il tuo medico 😉🌸